Zecche? Ecco come proteggere i nostri animali

[032] Zecche Ecco come proteggere i nostri animaliQuando arriva la bella stagione, cani e gatti passano molto più tempo all’aperto e nei prati, ed è proprio tra i fili d’erba che si annida uno dei peggiori pericoli per gli animali di casa: la zecca.

Questo parassita è spesso difficile da individuare e se non viene rimosso può essere pericoloso per la salute dell’animale.

Per questa ragione, è importantissimo prevenire ed evitare che i nostri amici ne vengano infestati, subendo spiacevoli conseguenze.

Zecche: cosa sono?

Le zecche sono parassiti ematofagi, si nutrono del sangue dell’organismo che le ospita e possono risultare particolarmente dannose. Le piccole dimensioni – nella maggior parte dei casi si parla di alcuni millimetri – aumentano il rischio di non notarle sotto il manto, ritardando così la loro rimozione.

Le zecche si nascondono nella vegetazione o nell’erba e aspettano di attaccare l’animale. Una volta salite sul cane, si infilano tra il pelo per arrivare alla cute, alla quale si attaccano tramite il rostro, per poi iniziare a nutrirsi di sangue.

Come accennato precedentemente, la pericolosità di questo parassita è data anche dalle sue piccole dimensioni, caratteristica che aumenta il rischio di non individuarle. Un altro aspetto da prendere in considerazione è il fatto che né gli animali né l’uomo si accorgono del morso poiché il parassita inietta una sostanza anestetizzante prima di attaccarsi che rende la puntura indolore. È in questo modo che sopravvivono e possono causare una serie di infezioni con esiti pericolosi: più una zecca resta attaccata, infatti, maggiore è il rischio di gravi conseguenze.

Quando l’animale è infestato da zecche inizia a mostrare diversi sintomi di malessere, per questo è importantissimo evitare che i parassiti colpiscano i nostri amici pelosi.

I pericoli delle zecche per cani e gatti

Le zecche non sono pericolose solo per i cani e per i gatti, ma anche per gli esseri umani.

Se i piccoli amici a quattro zampe, infatti, portassero dentro le mura di casa delle zecche, queste potrebbero lasciare gli animali e, successivamente, attaccare i membri della famiglia.

Quando la zecca colpisce il cane può causare numerose patologie come:

  • Ehrlichiosi canina;
  • Babesiosi;
  • Malattia di Lyme;
  • Rickettsiosi;
  • Anaplasmosi.

Anche se più raramente, le zecche possono colpire i gatti con conseguenze gravi come:

  • Anaplasmosi;
  • Babesiosi;
  • Malattia di Lyme.

I sintomi iniziali di un attacco da zecche nel cane o nel gatto sono febbre, debolezza, inappetenza, dolore diffuso e difficoltà a spostarsi. Se l’animale dovesse mostrare questi sintomi è buona norma contattare subito il veterinario.

Come difendersi e proteggere il proprio animale?

Per ridurre il rischio al minimo risulta necessario, quindi, fare controlli periodici del pelo del cane/gatto ed iniziare la prevenzione utilizzando antiparassitari specifici: questi prodotti non solo proteggono la salute degli animali, ma anche quella di ogni membro della famiglia.

Gli antiparassitari specifici non solo evitano che le zecche si annidino, ma sono anche in grado di ucciderle, interrompendo il loro ciclo di vita. I migliori prodotti, quindi, evitano le infestazioni colpendo la zecca ed eliminandola in maniera definitiva.

Anti zecche per cani e per gatti

Gli antiparassitari sono specifici per cane e per gatto: è di fondamentale importanza non scambiare i prodotti, nonostante la loro azione e la loro applicazione siano molto simili.

La maggior parte degli antiparassitari specifici e mirati per le zecche sono di tipo combinato, ovvero hanno azione anche contro pulci e, eventualmente, pappataci.

Questi tipi di prodotto hanno durata mensile, con singola applicazione direttamente sulla cute dell’animale da trattare; proteggono sia l’animale che gli ambienti dalle infestazioni da zecche.

Evita i rimedi fai da te

Molto spesso si sente parlare di “rimedi fai da te” per la prevenzione contro le zecche, ma la validità di questi accorgimenti non è stata ancora provata scientificamente: è importante sottolineare che oli essenziali, ingredienti naturali o altro, potrebbero risultare inefficaci per i vostri amici a quattro zampe.

Meglio non rischiare e affidarsi solo ad antiparassitari specifici registrati per la prevenzione ed il trattamento delle infestazioni da zecche, per proteggere sia l’animale che la famiglia dagli attacchi di questi parassiti.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi