Quattro stupendi gatti selvatici

Margay

Tutti conoscono leoni, tigri e giaguari, ma la loro popolarità spesso mette in ombra la vasta gamma di felini più piccoli che vivono sul nostro pianeta.

I gatti, sia domestici che selvatici, appartengono alla famiglia dei “Felidi”. Possono essere allo stato selvaggio in Europa, Africa, Asia, Nord e Sud America. Si sono adattati a tantissimi habitat, che vanno dalle foreste pluviali tropicali agli estremi dei deserti e delle catene montuose. Ecco alcuni gatti selvatici che possono essere trovati in tutto il mondo.

Margay

Il margay (Leopardus wiedii) è una specie di gatto selvatico presente nell’America centrale e meridionale. Si trova principalmente nelle aree boschive, ma sfrutta anche le piantagioni abbandonate e i terreni utilizzati per l’agro-forestazione, dove alberi e arbusti vengono coltivati ​​intorno a colture e pascoli.

È un gatto notturno che va a caccia di uccelli, lucertole e alcune piccole scimmie, così come altri mammiferi come aguti e scoiattoli. Cacciano principalmente sul suolo, ma hanno anche abilità arboree impressionanti e riposano in alto sugli alberi.

Il margay è un gatto piccolo con una lunghezza del corpo di circa 50 centimetri, possiede una testa più corta, occhi più grandi e una coda più lunga.

Gatto delle Ande

Se fino agli anni ’90 gli avvistamenti del Gatto delle Ande (Leopardus jacobita) erano pochissimi, nell’ultimo decennio sono notevolmente aumentati.

Questa specie sfuggente è originaria delle Ande. Il suo habitat è estremo: è arido, le temperature possono essere molto basse e il terreno estremamente ripido. Con un corpo lungo circa 60 centimetri, questo felino è più grande di un gatto domestico e del gatto della pampa, con cui a volte viene scambiato.

Il Gatto delle Ande mangia prevalentemente roditori. Circa il 50% della sua dieta è composta da viscacha di montagna, un roditore dalle lunghe orecchie che assomiglia un po’ al coniglio.

Gatto selvatico scozzese

A prima vista, un gatto selvatico scozzese viene scambiato con un gatto domestico per colpa della tipica colorazione di quest’ultimo. Tuttavia, è un animale leggermente più grande, più pesante e con un cranio più robusto. Ha anche una coda spessa con una punta nera smussata e una fascia scura.

I gatti selvatici scozzesi sono una sottopopolazione del gatto selvatico europeo (Felis silvestris) e sono le uniche specie di gatti selvatici della Gran Bretagna. Si trovano tipicamente nei boschi e negli arbusti vicino alle foreste.

Gatto di Pallas

Il Gatto di Pallas (Otocolobus manul) è una specie piccola e tozza che ha le stesse dimensioni di un gatto domestico. Cacciano piccoli mammiferi: i pika costituiscono circa il 50% della loro dieta.

Questi gatti si trovano nell’Asia centrale, di solito nelle praterie e negli arbusti d’alta quota. Si trovano spesso in zone rocciose e luoghi dove c’è abbastanza copertura vegetale in modo che possano nascondersi dai predatori mentre si muovono nel loro habitat.

Piuttosto che scappare, il Gatto di Pallas preferisce nascondersi dai predatori usando la sua pelliccia grigio cenere come mimetizzazione o rifugiandosi in aree rocciose o tane di animali.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi