Come rieducare il gatto alla vita post-lockdown

Se una delle esperienze più divertenti di lavorare da casa durante la pandemia da COVID-19 è stato il tempo extra trascorso insieme al gatto o ai gatti, il rovescio della medaglia è la loro ansia da separazione una volta tornati a lavorare nel modo classico.

Come preparare gli amici felini ad adattarsi a questa “nuova normalità”? Ecco alcuni consigli:

Impostare e mantenere un programma coerente: i gatti sono creature abituali e si sentono più a loro agio con una routine fissa. Se durante il giorno la loro alimentazione è stata libera, rompere immediatamente questa abitudine. Implementare o tornare a orari dei pasti regolarmente programmati per rafforzare il loro senso di sicurezza e rituale.

Esercitarli a restare da soli: lasciarli soli per brevi periodi facendo una breve passeggiata o andando in macchina. Man mano che i loro livelli di stress diminuiscono, aumenta gradualmente il tempo che si trascorra fino a quando non si sono completamente adattati e appaiono imperturbati dall’assenza dei loro proprietari.

D’altra parte, se diventano eccitati o ansiosi nel momento in cui percepiscono la separazione, che si tratti di indossare le scarpe o di ritirare le chiavi, desensibilizzarli facendo questo e non uscendo di casa. Bisogna ripetere il ​​processo fino a quando non reagiscono più. Ma soprattutto, resistere alla tentazione di tirare fuori gli “addii” quando si va via e i “ciao” quando si rientra a casa. Essendo intuitivi, i gatti reagiscono automaticamente al tono di voce, al linguaggio del corpo e all’energia complessiva, sia positiva che negativa. Qui, la calma è la chiave.

Creare un ambiente tranquillo: per ridurre i livelli di stress, considerare i benefici del “rumore bianco” come la TV o la musica classica. Gli altoparlanti con feromoni accattivanti possono anche essere usati per fornire loro un maggior senso di sicurezza. Lasciare fuori una camicia ben indossata o una coperta accogliente con il profumo del corpo in modo che il gatto si rannicchi o si coccoli con essa.

Tenerli stimolati e intrattenerli: stabilire un programma di gioco giornaliero per un’interazione significativa con i gatti. Invitarli a inseguire il punto rosso del laser o coinvolgerli con vari giochi di bacchette, attività che aiutano a rafforzare la loro sicurezza e il loro legame con l’amico umano. Se possibile, assicurarsi che almeno una finestra abbia una pianta, un trespolo o un letto di fronte ad esso per consentire loro di guardare il mondo. Quindi, mentre si esce dalla porta, mettere giù un giocattolo per farli lavorare e mantenere la loro attenzione indefinitamente.

Se, nonostante tutte queste preparazioni, si ritiene che i gatti possano soffrire di stress mentre non si è in casa, il modo più efficace per determinarne l’estensione è attraverso l’uso di un monitor domestico. Catturare i loro comportamenti su nastro consente di lavorare sulla modifica di tali comportamenti e aiuta a garantire che l’ambiente domestico sia piacevole per loro.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi