Codirossi: una specie in costante declino

Codirosso

Codirosso

I codirossi sono uccelli che facevano parte della famiglia dei mughetti, la quale comprende merli, pettirossi e tordi canori, mentre oggi sono stati classificati come pigliamosche del Vecchio Mondo.

Il loro corpo è abbastanza piccolo ed è più o meno delle stesse dimensioni di un pettirosso. Vive praticamente in tutta Europa e si nasconde ai margini delle foreste e nelle zone che confinano con boschi di latifoglie. È una specie assai schiva che ama particolarmente gli ambienti aperti o semi-aperti, come i campi coltivati che sono circondati da siepi o boschetti. Frequenta molto spesso l’ambiente urbano in generale ed è possibile trovarlo nei centri abitati.

Rispetto ai pettirossi, che in Europa superano i 500 milioni, i codirossi sono in numero nettamente inferiore, con l’ultima stima che parla di 2 milioni circa. I maschi hanno un aspetto molto “intelligente”, con una groppa e un torace arancioni e una parte superiore grigia che arriva fino in cima. Invece, le femmine hanno dei colori più opachi. Purtroppo, questa specie è in costante declino e, come tale, viene considerata a rischio estinzione.

Se si legge il nome latino dei codirossi, che è Phoenicurus phoenicurus, si potrebbe pensare che la derivazione sia di origine fenicia; tuttavia, le cose stanno diversamente. La traduzione originale di Phoenicurus è, in realtà, una combinazione di due termini del greco antico: “phoinix”, che significa “rosso”, e “-ouros”, che significa “coda”; quindi, da un nome molto semplice, ossia “coda rossa”, è nato il moderno nome di codirosso.

Per riprodursi, una coppia di codirossi di solito preferisce boschi di querce e di betulle, oppure siepi e parchi aperti; per la nidificazione, gli alberi devono essere adeguatamente maturi, ovvero presentare dei buchi abbastanza ampi e profondi. Producono circa cinque o sei uova di colore azzurro. I Redstarts lasciano il Regno Unito verso metà agosto e ritornano nei loro climi più caldi in Africa e in Asia per l’inverno.

I codirossi arrivano in Europa solamente in estate, spostandosi ad aprile dall’Asia occidentale e dall’Africa nord-occidentale, soprattutto dal Marocco. Lasciano il vecchio continente verso metà agosto per ritornare nei climi più caldi dell’Africa e dell’Asia.

Qual è la differenza tra un codirosso comune e un codirosso nero?

I codirossi hanno parti inferiori dal colore rosso brillante, i lineamenti del viso neri e una colorazione grigia liscia che inizia sulla corona e termina sulla punta della coda. Quelli neri, al contrario, presentano un colore molto più scuro, con solo sentori di rosso sulla coda.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi