Il gatto Sacro di Birmania caratteristiche

Sacro di Birmania

Sacro di Birmania

Il Sacro di Birmania è una razza molto pregiata fra quelle feline. L’aspetto del Sacro di Birmania è innegabilmente affascinante e molto particolare.

La peculiarità di questo gatto è data principalmente dal suo sguardo. Occhi dalla forma tondeggiante, piccoli, proporzionati, ma talvolta in qualche esemplare possono essere ravvicinati. Gli occhi sono però il dettaglio che rende molto dolce l’espressione di questa razza di gatti.

Del resto lo stesso standard molto rigido rende la selezione di questa razza difficile per gli allevatori. Se si compie una selezione scorretta da parte degli allevatori si rischia di perdere le peculiarità di questa razza, che sono proprio la gentilezza e la dolcezza dell’espressione.


Le caratteristiche del Birmano sono un’affettuosità e dolcezza per indole al punto che questo gatto viene spesso preferito come migliore compagnia per il suo carattere.

Il gatto, nello standard, presenta una corporatura e statura medie, dimensioni normali e di ossatura robusta. Il corpo risulta allungato rispetto alle zampe, corte e robuste.

Il pelo del Birmano è un’altra particolarità degna di nota: morbido, setoso, semilungo, più corto sul muso per allungarsi sulle guance e divenire più folto nella zona del collo, a ricordare quasi la crinieria di un leone, che in questo caso viene definita ‘gorgiera’. Il pelo resta lungo e folto sul dorso e sui fianchi, mentre si dirama leggermente sulle zampe per formare degli amabili e teneri ciuffetti di pelo più lungo tra i polpastrelli.

Il pelo è un dettaglio da curare nel Birmano perché può tendere a divenire fitto e lanoso, ad annodarsi se non benn spazzolato.


Il gatto Sacro di Birmania viene definito un ‘gatto colourpoint’, ovvero a punta colorate. Le aree colorate sono il muso, le orecchie, le zampe, la coda ed i genitali. Mentre per quanto riguarda il resto del corpo è della stessa tonalità dei ‘points’ ma più tendente al bianco.


Il gatto birmano presenta una morfologia che lo rendono unico nel suo genere, diverso da tutte le altre razze di gatto.
La testa del Birmano è robusta e con delle guance piene, tondeggianti; il muso sembra avere una forma ‘a cuore’, per gli zigomi molto accentuati, anche se i lineamenti sono morbidi, dolci e aggraziati.

Come abbiamo premesso, gli occhi dalla forma leggermente ovale e di colore blu intenso del Birmano sono una caratteristica che rende l’aspetto di questo gatto particolare e affascinante.

In qualche caso di scorretta selezione della razza si potrebbero verificare dei difetti. I più diffusi sono lo strabismo, occhi di piccole dimensioni, troppo vicini, dalla forma rotonda, un colore chiaro, spento e opaco.


Un’altra caratteristica che distingue questa razza dalle altre è il guantaggio, le zampe del Birmano sono ricoperte di una morbida pelliccia di colore bianco.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi